Francia, Germania e Spagna chiedono elezioni entro 8 giorni


venezuela elezioni europa



Due tweet e una conferenza stampa, in contemporanea a mezzogiorno e mezzo: nasce così un fronte in seno all’Ue sul Venezuela: Spagna, Francia e Germania danno gli 8 giorni al presidente venezuelano Nicolas Maduro. O il presidente indica, “entro 8 giorni”, le elezioni politiche in venezuela o i tre Paesi europei, cui presumibilmente seguiranno altri, riconosceranno come legittimo il presidente autoproclamato Juan Guaidó.

Il premier spagnolo Pedro Sanchez lo ha fatto in una conferenza stampa, il presidente francese Emmanuel Macron su Twitter mentre la Germania ha affidato, sempre via Twitter, l’incarico ai portavoce del governo. Identico il messaggio: “Il popolo venezuelano deve poter decidere liberamente del suo futuro. Senza un annuncio di elezioni entro otto giorni, potremo riconoscere Juan Guaidó come ‘presidente ad interim’ del Venezuela per sviluppare questo processo politico. Lavoriamo intensamente con i nostri alleati europei”.

Il presidente dell’Assemblea Nazionale, l’unica Camera del Parlamento venezuelano, Juan Guaidó, si è proclamato ‘presidente ad interim’ mercoledì scorso e ha ottenuto l’immediato riconoscimento di Stati Uniti e Canada oltre ai paesi del Sudamerica con l’eccezione di Bolivia e Messico. Al momento è in corso una riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu, convocata su richiesta degli Usa.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin