Fabio Pusterla sulla scia dei maestri, nell’alveo geologico-naturale



E’ stato Andrea Zanzotto a scrivere che, a partire dalla poesia di Montale – in un mondo da cui gli dèi sono ormai fuggiti – «la storia ben difficilmente (riesce a) conservare il suo senso umano», e si ritrova invece «inevitabilmente (…) a coincidere con la storia naturale». Anzi, con una sorta di degradazione di quella stessa vita umana «al livello della pietra»: in un’inevitabile parificazione fra tutti i componenti del cosmo – vegetali, animali, esseri umani – che ha … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin