Elon Musk dovrà lasciare la presidenza di Tesla


Accordo raggiunto con la Commissione per i Titoli e gli Scambi USA


Il fondatore di Tesla Motors e di Space X, Elon Musk, è riuscito a raggiungere un accordo con la Commissione per i Titoli e gli Scambi USA (SEC) dopo che l’azienda produttrice di veicoli elettrici era finita nel mirino dell’organo di vigilanza per presunta frode.

Tutto era nato dai tweet di Elon Musk, molto attivo sul social network dei 140 caratteri, che all’inizio di agosto aveva annunciato l’intenzione di ritirare la Tesla Motors dalla borsa, salvo poi ritrattare il tutto un paio di settimane dopo. Quell’annuncio, però, provocò un aumento del valore delle azioni dell’azienda, che poi precipitarono di nuovo pochi giorni dopo.

Quelle dichiarazioni finirono subito nel mirino della SEC, che pochi giorni fa aveva avviato un’azione legale contro Musk e la Tesla, definendo quelle dichiarazioni “false e fuorvianti“.

Ora, a distanza di pochi giorni, le tre parti hanno raggiunto un accordo. Elon Musk dovrà lasciare la presidenza di Tesla – e non potrà essere rieletto per almeno tre anni – e dovrà pagare una multa da 40 milioni di dollari (20 milioni spettano a Tesla, 20 milioni allo stesso Musk).

Musk avrà 45 giorni di tempo per lasciare la carica di presidente, ma potrà comunque rimanere CEO dell’azienda. Non solo: alla presidenza della Tesla Motors dovrà esserci una figura indipendente in grado di vigilare. Il pagamento della sanzione, invece, dovrà avvenire entro 14 giorni.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin