Ecco perché in Sardegna Internet sta funzionando male 


sardegna cavo fibra ottica tranciato internet

 Afp
 


 cavi in fibra ottica




Uno dei cavi in fibra ottica che collegano la Sardegna con la penisola è stato tranciato causando disservizi nell’accesso Internet dell’isola. La recisione del cavo, che collega Olbia con Civitavecchia, è avvenuta alle 10:20 del 17 agosto a circa 28 chilometri dalla costa.

La Sardegna è collegata con la Penisola da due cavi sottomarini: quello tra Olbia e Civitavecchia (252.5 chilometri, fino a 1400 metri di profondità) e un altro che collega Cagliari con Mazara del Vallo (376.9 chilometri, che supera i 2000 metri di profondità).

Una lunga storia di incidenti

Anche se le cause sono da chiarire, è probabile che a causare l’incidente sia stato un peschereccio che praticava la pesca a strascico. Il Consorzio Janna, responsabile dei cavi sottomarini, l’anno scorso aveva denunciato di aver speso in dodici anni circa due milioni di euro per le sole riparazioni, che ammontano a circa 154 mila euro a intervento. Dal 2005 a oggi infatti si sarebbero verificati quattordici incidenti, di cui quattro causati da manovre di ancoraggio e i restanti dalle attività di pesca. Dodici nel tratto Cagliari – Mazara del Vallo e due nel collegamento tra Olbia e Civitavecchia. Secondo i rilievi, svolti dal Consorzio Mecma, società che si occupa della manutenzione e riparazione dei cavi sottomarini, solo uno di questi si sarebbe svolto nelle acque siciliane, lasciando all’estremità sarda dei collegamenti l’onere della responsabilità.

Tra antiche tradizioni e progetti futuristici, la storia della Sardegna è un filo teso tra i nuraghi e la tecnologia, con il secondo quotidiano al mondo ad andare online, l’Unione Sarda, preceduto solo dal Washington Post. Ma di questa sinergia rimangono i cavi sottomarini, ben segnalati sulle mappe nautiche e tuttavia vittime di attività irresponsabili e estremamente costose per la comunità. 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/innovazione/rss

Autore dell'articolo: admin