Ecco Gerewol, il festival dei pastori Bororo in cui è possibile rubarsi la moglie


Ecco Gerewol, il festival dei pastori Bororo in cui è possibile rubarsi la moglie



Sono Fulani, ovvero allevatori di vacche, i Wodaabe del Niger o anche detti Bororo, modo dispregiativo delle tribù vicine per definirli letteralmente “pastori in stracci” e sono rinomati in tutta l’Africa centrale e occidentale per la loro bellezza. Una dote che mostrano con orgoglio truccandosi il viso, digrignando i denti e facendo girare i bulbi oculari nell’annuale festival detto Gerewol, durante il quale le ragazze li scelgono come loro futuri mariti, ma non solo.

Durante il festival gli uomini si vestono, si truccano, si muovono e danzano anche per farsi notare dalle donne sposate. Nel corso dei festeggiamenti avviene una sorta di concorso di bellezza e tre delle donne più attraenti della tribù vengono scelte per giudicare il più bello, mentre gli uomini si esibiscono in una danza, muovendosi in cerchio. Durante questa danza anche le donne già sposate hanno l’occasione di ammirare gli uomini e quello che desiderano maggiormente viene da loro scelto come secondo marito. Se un uomo “ruba” in questo modo con successo una moglie diventa automaticamente suo marito e l’unione è socialmente accettata.

Ecco Gerewol, il festival dei pastori Bororo in cui è possibile rubarsi la moglie

La tribù è ovviamente poligama, quindi la moglie che viene rubata è ampiamente benvoluta e riconosciuta. Nonostante questo, alcuni uomini non desiderano condividere le loro consorti e quindi non permettono loro di partecipare al festival. Nelle tribù Bororo, le persone vengono date in matrimonio durante l’infanzia e le donne possono avere il numero di partner sessuali che desiderano prima di sposarsi.

Secondo la loro cultura la bellezza è giudicata dal bianco dell’occhio, dalla linea diritta del naso e dai denti bianchi. Pertanto il trucco è fatto per accentuare queste caratteristiche e altrettanto è spiegato il motivo per cui durante la danza gli uomini spalancano gli occhi e la bocca in modo del tutto innaturale. Normalmente gli uomini della tribù impiegano circa sei ore per prepararsi,  dipingono i loro volti con argilla rossa, usano eyeliner per far apparire i loro occhi più bianchi e indossano una sfumatura scura di rossetto che fa sembrare i loro denti più brillanti. Indossano anche piume di struzzo bianche nei capelli per farli apparire più alti.  

Il Gerewol Festival ricorre ogni anno alla fine di settembre e l’inizio di ottobre quando i mandriani di bestiame Wodaabe, tradizionalmente nomadi, si riuniscono sul bordo meridionale del deserto del Sahara prima di disperdersi verso il sud alla ricerca di pascoli nella stagione secca. Il punto di ritrovo più famoso è nel nord-ovest del Niger, dove si svolgono un grande festival, un mercato e una serie di incontri di clan sia Wodaabe che Tuareg. La danza è chiamata Yaake, mentre altri elementi meno conosciuti, come il baratto sulla dote, le competizioni e le corse di cammelli tra i corteggiatori, costituiscono parte di questo festival che dura sempre non meno di una settimana e si svolge tra Tahoua e Agadez.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin