“È un dono di Dio” (ma solo tra uomo e donna…)


“Il vero amore è appassionato e ti porta a dare la vita”.

Papa Francesco parla di sessualità

Nei giorni scorsi Papa Francesco ha ricevuto in udienza i giovani della diocesi francese di Grenoble-Vienne e ha risposto alle loro domande che hanno toccato anche un tema su cui la Chiesa cattolica difficilmente cambia idea, ossia quello della sessualità.

Il Pontefice si è dimostrato disponibile a rispondere alle domande, ma la sua apertura mentale non è di certo quella che in alcuni momenti ai più ottimisti era sembrato di vedere. Del resto di recente ha già avuto delle uscite per niente gay friendly e anche in questo caso il concetto espresso dal Papa, che pure elogia il sesso, è sempre lo stesso: solo tra uomo e donna e ai fini della procreazione. Anche se per dirlo ha usato tante “belle parole”, parlando di “passione”, “amore appassionato”, “vero amore” e così via.

In particolare Papa Francesco ha detto che il sesso è “un dono che il Signore ci dà” e che “ha due scopi: amarsi e generare vita” e ha aggiunto:

“È una passione, è l’amore appassionato. Il vero amore è appassionato. L’amore fra un uomo e una donna, quando è appassionato, ti porta a dare la vita per sempre. Sempre. E a darla con il corpo e l’anima”

Poi ha anche detto che grazie alla sessualità si diviene “una sola carne” e ha invitato a parlarne così:

“Si deve vivere la sessualità così, in questa dimensione: dell’amore tra uomo e donna per tutta la vita”

E ha insistito:

“È vero che le nostre debolezze, le nostre cadute spirituali, ci portano a usare la sessualità al di fuori di questa strada tanto bella, dell’amore tra l’uomo e la donna. Ma sono cadute, come tutti i peccati. La bugia, l’ira, la gola… Sono peccati: peccati capitali. Ma questa non è la sessualità dell’amore: è la sessualità ‘cosificata’, staccata dall’amore e usata per divertimento”

Ed è tornato a sottolineare che la sessualità è “il punto più bello della creazione, nel senso che l’uomo e la donna sono stati creati a immagine e somiglianza di Dio e la sessualità è la più attaccata dalla mondanità, dallo spirito del male”

Ha parlato anche dell’industria della p0rnografia definendola una “degenerazione rispetto al livello dove Dio l’ha posta”. Poi ha invitato i ragazzi a “custodire” la loro dimensione sessuale e la loro identità sessuale e a prepararla per l’amore, per quello che li accompagnerà per tutta la vita. Ha anche detto che la sessualità non va mai separata dall’amore e ha ricordato il caso di due anziani, al loro sessantesimo anno di matrimonio, che gli hanno detto “Noi non possiamo fare l’amore alla nostra età, ma ci abbracciamo, ci baciamo…” e il Papa ha commentato: “Questa è la sessualità vera. Mai staccarla dal posto tanto bello dell’amore. Bisogna parlare così della sessualità”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin