Dune di Denis Villenueve, prima foto dal set


Riprese al via per il remake “Dune” di Denis Villenueve in arrivo nei cinema nel 2020.

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Josh Brolin, che vedremo ancora nei panni di Thanos nell’imminente Avengers: Endgame, ha condiviso sul suo account Instagram una sua immagine “dietro le quinte” della sua preparazione alle riprese del remake Dune, una nuova rivisitazione del famoso romanzo di Frank Herbert diretta da Denis Villeneueve (Blade Runner 2049). Brolin ha pubblicato la foto accompagnata da una citazione dal romanzo originale. Nella foto l’attore è a torso nudo, con i suoi avambracci un po’ malconci in primo piano.

What has mood to do with it? You fight when the necessity arises – no matter the mood! Mood’s a thing for cattle or making love or playing the baliset. It’s not for fighting.” – Frank Herbert, Dune


 

La citazione è del personaggio Gurney Halleck, un membro fedele della casa Atreides. La citazione è a proposito dal momento che Josh Brolin interpreterà la parte di Gurney nel remake. Patrick Stewart (Green Room, Star Trek: The Next Generation) ha interpretato il personaggio nel “Dune” di David Lynch nel lontano 1984. Un ambizioso tentativo naufragato di adattare l’iconico romanzo di Frank Herbert che ha visto coinvolto Alejandro Jodorowsky è stato raccontato nel documentario Jodorowsky’s Dune del 2013.

Denis Villenueve ha parlato della versione di Lynch che diventerà un inevitabile paragone con il suo adattamento:

David Lynch ha fatto un adattamento negli anni ’80 che ha alcune qualità molto forti, voglio dire, David Lynch è uno dei migliori registi viventi, ho un grande rispetto per lui…Ma quando ho visto il suo adattamento, sono rimasto colpito, ma non era quello che avevo sognato, quindi sto cercando di realizzare l’adattamento dei miei sogni. Non ci sarà alcun collegamento con il film di David Lynch. Torno al libro e vado alle immagini che ne sono scaturite quando l’ho letto.


 

Il nuovo adattamento vedrà un cast stellare che include: Timothée Chalamet (Paul Atreides), Oscar Isaac (Duca Leto Atreides), Stellan Skarsgard (Barone Vladimir Harkonnen), Zendaya (Chani), David Dastmalchian (Piter De Vries), Charlotte Rampling (Reverenda Madre Gaius Helen Mohiam), Rebecca Ferguson (Lady Jessica), Jason Momoa (Duncan Idaho), Javier Bardem (Stilgar), Josh Brolin (Gurney Halleck) e Dave Bautista (Rabban “la Bestia”).

Villenueve con Blade Runner: 2049 ha realizzato un mezzo miracolo, mettendo mano ad uno dei cult della fantascienza moderna rischiando grosso, ma riuscendo a dare al capolavoro di Ridley Scott un degno sequel. Ora il regista alza la posta in gioca rimettendo mano al “ciclo” capolavoro di Frank Herbert dopo l’adattamento anni ottanta di David Linch e due miniserie televisive: Dune – Il destino dell’universo (2000) con William Hurt e Giancarlo Giannini e I figli di Dune (2003) con James McAvoy e Susan Sarandon.

 

 

 

Dune di Denis Villenueve, via alle riprese

Legendary Pictures e Warner Bros. Pictures hanno annunciato l’atteso via alle riprese di Dune, diretto da Denis Villenueve, con set sparsi tra Ungheria e Giordania. Tratto dall’omonimo romanzo di Frank Herbert, 35 anni or sono adattato da David Lynch, il film potrà contare su un cast semplicemente straordinario.

Timothée Chalamet indosserà gli abiti di Paul Atreides, Oscar Isaac quelli di Duke Leto, Zendaya sarà Chani, il premio Oscar Javier Bardem interpreterà Stilgar, Stellan Skarsgård darà vita a Vladimir Harkonnen, Rebecca Ferguson troverà i panni di Jessica Atreides, Charlotte Rampling quelli di Mother Mohiam, Jason Momoa sarà Duncan Idaho, Josh Brolin darà i propri lineamenti a Gurney Halleck, Dave Bautista interpreterà Glossu Rabban e David Dastmalchian sarà Piter De Vries.

Protagonista il giovane Paul, figlio del duca Leto che non sa quasi nulla di Arrakis quando gli annunciano che è la sua prossima destinazione. Il pianeta di Arrakis, meglio conosciuto come Dune, è un immenso, deserto caratterizzato da una fauna molto particolare, creature gigantesche, vermi che sono lunghi centinaia di metri. Tutto sembra misterioso in quel mondo, anche i suoi abitanti, i Fremen, un popolo che custodisce gelosamente la sua arcana cultura e che ha affinato arti eccezionali. Ma Dune è anche, e soprattutto, l’unica fonte del melange, la «droga delle droghe», indispensabile per affrontare lunghi viaggi interpianetari, garantire straordinari poteri telepatici e assicurare un’incredibile longevità. E su Dune il destino di Paul si compirà, tra mille pericoli e dopo un difficile percorso spirituale…

Villeneuve, ormai avvezzo allo sci-fi dopo aver diretto Arrival e Blade Runner 2049, dirigerà uno script firmato Eric Roth e Jon Spaihts. Se il film farà breccia tra i fan, potrà andare incontro ai suoi sequel su carta. Herbert, infatti, scrisse altri cinque romanzi su Dune prima della sua morte, avvenuta nel 1986. Il figlio di Herbert, Brian Herbert, e il romanziere Kevin J. Anderson faranno da produttore esecutivo e consulente creativo. Il film uscirà nei cinema il 20 novembre 2020.

Fonte: Comingsoon.net




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin