Due dipendenti della Cmc di Ravenna arrestati in Kuwait per furto



Due dipendenti della Cooperativa Muratori e Cementisti (CMC) di Ravenna sono stati arrestati in Kuwait dove l’azienda è impegnata in alcuni lavori edilizi. Secondo quanto apprende l’Agi, si tratta di Riccardo Pinella, di origine portoghese, e del responsabile amministrativo della società, Andrea Ursoli. Entrambi sono attualmente in cella con l’accusa di aver rubato alcuni macchinari. Cmc è impegnata nella costruzione di un quartiere residenziale nel paese del Golfo e, secondo quanto emerso, negli ultimi tempi sarebbero emersi problemi di mancati pagamenti nei confronti di aziende sub-appaltatrici. A confermare la notizia all’Agi è un altro dipendente di CMC, Manlio Gualerni, da poco rientrato dal Kuwait il quale sostiene come le accuse siano false indicandole come un pretesto al solo scopo di trattenere i due nel Paese mediorientale e indurre la cooperativa romagnola a ottemperare ai pagamenti dovuti. L’emittente all-news regionale TR24 ha divulgato un filmato in cui si vedono i due uomini rinchiusi in cella e alcuni materassi sistemati sul pavimento.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin