“Dopo le Europee sfratto al governo, alzeremo le pensioni minime a 1000 euro”


berlusconi europee governo

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, è intervenuto stamane a Mattino5 su Canale 5. L’ex presidente del consiglio è convinto che nel caso in cui il M5S non dovesse superare il 20% alle prossime elezioni europee, Matteo Salvini scaricherà gli alleati ed a quel punto potrebbe esserci una nuova maggioranza di centrodestra.

“Se alle prossime elezioni europee FI riuscirà a fare buon risultato e i 5 stelle, come sembra, scenderanno sotto il 20% – annuncia – certamente sarà uno sfratto per il governo attuale e si potrà avere un nuovo esecutivo o con nuove consultazioni all’interno dello stesso Parlamento o con nuove elezioni”.

Insomma, il leader di Forza Italia si prepara ad un rimpasto di maggioranza all’interno della stessa legislatura io alla fine anticipata della stessa con nuove elezioni. Poi, si lascia andare ad un messaggio strettamente elettorale in vista delle presentazione dei candidati di FI alle Europee in programma martedì 30 aprile a Villa Gernetto.

“Non basta barrare il simbolo di Forza Italia con scritto Berlusconi per votarmi. Bisogna scrivere Silvio Berlusconi. Sarò il membro più importante del prossimo Parlamento europeo, ma ho bisogno di ricevere molti voti, di una forte legittimazione in Italia, per essere anche il più importante del Ppe, per confrontarmi alla pari con gli altri leader dei Partiti popolari. Solo così – insiste – potrò da un lato fare gli interessi dell’Italia e far cambiare questa Europa”.

Berlusconi: “Pensioni minime a 1.000 euro per tutti”

Quanto alla situazione economica dell’Italia, Berlusconi ha già pronte alcune misure qualora dovesse tornare al governo.

“Bisogna alzare le pensioni più basse a mille euro. Abbiamo fatto i calcoli e vogliamo darle alle persone che lavorano più di tutti, anche il sabato e la domenica: alle nostre mamme”.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin