Di Maio attacca Salvini sui rimpatri e rapporti Lega-Forza Italia


“Ognuno pensi al suo e lo faccia col massimo dell’impegno. Non può essere colpa sempre degli altri, suvvia. E mi riferisco ai rimpatri”.

Luigi Di Maio attacca Salvini sui rimpatri e rapporti con Forza Italia

Luigi Di Maio questa mattina ha pubblicato un lungo post su Facebook in cui affronta diversi temi: prima di tutto, pur senza farne il nome, attacca Matteo Salvini accusandolo di non prendersi le sue responsabilità sulle materie di sua competenza, ossia i rimpatri, poi parla della notizia secondo cui ci sarebbero dei contatti tra Lega e Forza Italia per far cadere il governo Conte e infine annuncia che martedì prossimo sarà chiesta la calendarizzazione della legge sul conflitto di interessi.

Di Maio ha esordito scrivendo:

“Buongiorno, ho sempre pensato che questo fosse un governo capace di guardare avanti, non indietro. È stato il motivo che ci ha spinto a mettere un punto, in via precauzionale, sul caso Siri. Il messaggio inviato ai cittadini è stato chiaro: quando c’è di mezzo la corruzione e la mafia, o anche il più piccolo sospetto, noi interveniamo.

Certo, le inchieste di questi giorni che hanno investito quasi tutti i partiti preoccupano, ma il MoVimento 5 Stelle è solido e in grado di offrire una reale proposta di cambiamento.

L’importante, e questo non è un dettaglio, è che ognuno sappia però assumersi le proprie responsabilità. Se nel mondo del lavoro qualcosa non funziona io non me la vado a prendere con il presidente Conte o con qualcun altro. Il Decreto Dignità del MoVimento, al contrario, ha già dato ottime risposte e sono convinto che il reddito di cittadinanza ne offrirà altrettante.

Insomma, ognuno pensi al suo e lo faccia col massimo dell’impegno”

Poi è passato all’attacco diretto a Salvini:

“Non può essere colpa sempre degli altri, suvvia. E mi riferisco ai rimpatri. Questa è un po’ la scusa dell’alunno che non ha fatto i compiti a casa. Se c’è uno stallo, il MoVimento 5 Stelle è felice di dare il suo contributo e di aiutare. L’obiettivo è il risultato!”

E ha fatto appello a un maggior senso di responsabilità:

“Ma lasciatemi anche dire che il senso di responsabilità in questo momento è ancor più importante per l’Italia. Servono moderazione e intelligenza per fare le cose bene, per aiutare le imprese, per sostenere la crescita e lo sviluppo. Se invece il fine è prendere qualche titolo di un giornale allora non va bene, perché io la vedo come una presa in giro”

Ed ecco che ha fatto riferimento alle telefonate tra Lega e Forza Italia:

“Il mio obiettivo e quello di tutto il MoVimento è lasciare il segno e cambiare le cose. Appunto: guardare avanti e non indietro!

Ciononostante, leggo che ci sarebbero state telefonate tra la Lega e Berlusconi dove si parla di far cadere il governo. Mi auguro siano smentite queste telefonate, poiché quello che stiamo facendo noi va proprio nella direzione opposta a Berlusconi ed è quello che la sinistra e il Pd non hanno mai avuto il coraggio di fare in 30 anni!”

Infine ha parlato della legge sul conflitto di interessi:

“Martedì chiederemo infatti nell’ufficio di presidenza della commissione Affari Costituzionali della Camera la calendarizzazione della legge sul conflitto di interessi. Significa che il provvedimento sarà incardinato poi nella prima riunione della commissione!

Le cronache di questi giorni hanno certificato che la corruzione è un male vivo e in salute, che si espande senza sosta nel nostro Paese. Per combatterla e sradicarla servono provvedimenti adeguati, non bastano i selfie e i proclami di guerra. Servono anticorpi, serve determinazione, perché non è questo il momento di mettere la testa nella sabbia!

Forza!”


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin