Detour, il popolo dei fuggitivi



«Il turista è uno che appena arriva pensa di tornare a casa, mentre il viaggiatore può non tornare affatto». Così, nel romanzo di Paul Bowles Il tè nel deserto, l’americano Port Moresby spiega all’amico George Tunner quale sia la differenza tra le due categorie. Insieme a Kit Moresby, Port e George compongono il trio cui Bowles fa vivere drammi e tragedie nel Sahara profondo. Già allora snobistica e insopportabile, questa affermazione è stata prima demolita dalla progressiva globalizzazione dell’industria del … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin