Derain e l’ingranaggio: una conversazione con Michel Charzat



Collaborazionista, traditore dell’Avanguardia… Nell’arte del Novecento il caso forse più clamoroso e controverso di ‘sfortuna’, anzi di vera e propria disdetta, resta André Derain, a fronte della sua centralità non solo nel momento fauve accanto a Matisse, e in quello paracubista vicino a Braque e Picasso (dove si staglia, secondo il felice attributo di Gertrude Stein, quale «Cristoforo Colombo dell’arte moderna»), ma anche, dato ormai acquisito dalla critica più avvertita, nel momento ‘gotico’ o ‘bizantino’ 1911-’14, che apre alle varie … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin