delirante ipotesi attentato, non c’è alcuna evidenza


Il procuratore capo di Genova, Francesco Cozzi, ha smentito l’ipotesi di un attentato dietro al crollo del ponte Morandi. “Sulla base degli elementi noti e conosciuti non ci sono evidenze di esplosioni, né sono state trovate tracce di bombole di acetilene. Si parla di lampi e di fulmini ma non di esplosioni. Valutiamo tutto ma non le ipotesi deliranti e fantasiose”, ha detto Cozzi.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin