Decreto immigrazione: dal Colle una reazione troppo prudente



Quando il Presidente Mattarella rifiutò la nomina di Paolo Savona a ministro dell’Economia, paventando il rischio di sconvolgimenti finanziari e invocando i suoi doveri costituzionali a tutela del risparmio, alcuni commentatori ne criticarono l’operato mettendo in luce che altri componenti la lista dei ministri risultavano altrettanto pericolosi per delicati beni costituzionali (l’uguaglianza, la non discriminazione, la progressività fiscale, i diritti) e stigmatizzarono le ragioni che avevano indotto il Presidente a far convergere le proprie preoccupazioni esclusivamente sui profili di natura … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin