da una collisione tra buchi neri ne è nato uno supergigante


Spazio: da una collisione tra buchi neri ne è nato uno supergigante



Astronomi americani e australiani hanno captato le onde gravitazionali prodotte dalla maggior collisione tra buchi neri mai osservata e dalla quale si è prodotto un buco nero supergigante, di dimensioni pari a 80 volte il nostro sole. L’evento spaziale è stato registrato dall’Osservatorio di onde gravitazionali con interferometro laser (Ligo) degli Stati Uniti e da ricercatori dell’Università nazionale d’Australia (Anu), che lo ha reso noto oggi con un comunicato.

La collisione si è verificata il 29 luglio del 2017 a oltre 9.000 milioni di anni luce dalla Terra, e il buco nero che è ne è risultato è il piu’ grande finora conosciuto. A rendere ancora più eccezionale il fenomeno, ha sottolineato Susan Scott, fisica dell’Anu, il fatto che i buchi neri entrati in collisione “giravano alla maggior mai osservata in una fusione di buchi neri”.

Inoltre, è di gran lunga la fusione osservata alla maggior distanza dal nostro pianeta. Nell’ambito della stessa ricerca sono state registrate anche altre tre collisioni tra buchi neri, ma di minore potenza, il tra il 9 e il 27 agosto del 2017 a una distanza tra 3.000 e 6.000 milioni di anni luce dalla Terra. I buchi neri che ne sono originati hanno dimensioni tra 56 e 66 volte il sole.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin