Da Bloomsbury ai Fashion Studies, una scuola intensiva di bellezza



Che la moda sia ben più di un’arte esornativa e rappresenti uno dei più potenti dispositivi della modernità lo aveva già capito Giacomo Leopardi quando, nel Dialogo della Moda e della Morte – non a caso la sua prima opera a essere stata tradotta in inglese – rintracciava nella caducità e nella rincorsa dell’effimero la matrice comune dell’una e dell’altra. Nel declinare l’antico topos della vanitas vanitatum in chiave radicalmente laica, e nell’includere nel dominio della moda la letteratura e … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin