Cosa è stato deciso al vertice di maggioranza sulla manovra


Manovra vertice maggioranza

 Filippo Monteforte / Afp


  Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini 




Da una parte la difesa strenua di Lega e M5s su ‘Quota cento’ e reddito di cittadinanza, dall’altra le richieste dell’Europa di un ulteriore sforzo per evitare la procedura di infrazione. La partita tra il governo e la Commissione Ue sulla manovra è alle strette finali, con il premier Conte che ha lavorato con i tecnici del Mef per far quadrare i conti. Al vertice di maggioranza iniziato poco dopo le 21 e continuato fino a tarda sera, Giuseppe Conte si è intestato la partita sulla legge di bilancio in prima persona. Una procedura di infrazione, questa la convinzione che ripete da tempo il presidente del Consiglio, arrecherebbe dei danni al Paese. Da qui il lavorio sotto traccia di Conte che ha avuto a Bruxelles colloqui con la Cancelliera tedesca Angela Merkel e con altri leader europei.

l punto di partenza

M5s e Lega si sono presentati all’appuntamento fermi sulle proprie misure. “Mi auguro che la partita sia già chiusa”, aveva spiegato il vice ministro Garavaglia prima di prendere parte al vertice a palazzo Chigi al quale partecipano anche il ministro dell’Economia Tria, il viceministro Castelli e i due vicepremier, Di Maio e Salvini. Nessuna intenzione di “calarsi le brache”, aveva sottolineato il responsabile dell’Interno. La posizione dei due azionisti di governo era quella di non andare oltre il 2,04% del rapporto deficit/Pil e durante il vertice il premier annuncia che non mancano le coperture per riuscirci: tre miliardi trovati nelle pieghe del bilancio. 

Conte ha continuato a percorrere la strada del dialogo con l’Ue mentre sui temi più scottanti, come l’ecotassa e le pensioni d’oro, si è trovata un’intesa. La prima ci sarà, ma solo sulle auto extralusso, mentre il taglio alle pensioni d’oro finanzierà l’opzione donne: una possibilità per le lavoratrici di pubblico e privato di andare in pensione in anticipo a patto di accettare un assegno calcolato interamente su sistema contributivo. Trovato anche un accordo anche sulla riduzione delle tariffe Inail.

Gli altri punti dell’intesa

 

Bonus cultura

Sarà finanziato solo per acquistare eBook e libri, non per i concerti e i cinema.

Pagamenti alle aziende

Trovata un’intesa sul pagamento dei debiti da parte della Pubblica amministrazione verso le aziende creditrici. Accordo anche sul cosiddetto ‘end of waste‘ sui rifiuti

Buche di Roma

Sono stati stanziati i soldi per riparare le strade di Roma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin