Contro lo sfratto di RiMaflow



“Questa volta vengo anche con l’esercito e la marina”, disse l’ufficiale giudiziario quando rinviò al  28 novembre l’appuntamento per lo sfratto dei locali della fabbrica recuperata RiMaflow di Trezzano sul Naviglio. Unicredit – proprietaria dei capannoni – ha usato in questi anni vari mezzi per evitare un accordo che regolarizzasse l’occupazione, regolarizzazione perseguita con tenacia ma invano dalla Prefettura di Milano. Non riuscendo con motivi validi, sta utilizzando tutti i terreni legali (e forse anche al di là di questi…) per … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin