condanne fino a 3 anni e daspo di 8 anni


scontri inter napoli tifoso morto

Sono stati condannati ad un massimo di 3 anni e 8 mesi di carcere i cinque ultras a processo con rito abbreviato per quanto accaduto il 26 dicembre scorso a Milano prima di Inter-Napoli, quelli che hanno anche portato alla morte di Daniele Belardinelli, ultrà residente in provincia di Varese.

È quanto deciso stamattina dal gup di Milano Carlo Ottone De Marchi, che ha inflitto la pena più alta a Nino Ciccarelli, storico capo ultrà della curva interista, già condannato in passato a 12 anni di carcere. 3 anni di carcere per l’ultrà del Varese Alessandro Martinoli e 2 anni e 10 mesi di carcere per Marco Piovella.

Gli altri due ultras interisti finiti a processo, Francesco Baj e Simone Tira, sono invece stati condannati a 2 anni e 6 mesi di carcere. È tornato in libertà Luca Da Ros, che ha collaborato alle indagini ed ha patteggiato un anno e 10 mesi di carcere. A tutti gli imputati è stato anche comminato un Daspo di ben 8 anni.

Le indagini su quegli scontri, intanto, proseguono. Questo primo procedimento non contemplava l’accusa di omicidio volontario in relazione alla morte di Belardinelli. Per quello si aprirà una nuovo processo non appena le indagini si potranno dire concluse. Al momento risultano indagate 20 persone, ma il numero è destinato a salire.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin