Come sono andate le elezioni in Sardegna


sardegna cagliari sassari illorai



A Cagliari Paolo Truzzu (centrodestra) è in testa con oltre il 50% dei voti su Francesca Ghirra (centrosinistra), quando mancano ancora una quarantina di sezioni da scrutinare. Lo spoglio, cominciato dopo le 23, alla chiusura delle urne, prosegue a rilento. Sassari andrà sicuramente al ballottaggio il 30 giugno prossimo: a metà spoglio, è davanti con oltre il 33% delle preferenze Mariano Brianda (centrosinistra), seguito dall’ex sindaco Nanni Campus, già consigliere regionale di An, sostenuto da liste civiche. Fuori dai giochi i candidati del centrodestra, Mariolino Andria (attorno al 16%), e dei Cinque Stelle, Maurilio Murru (sotto il 15%).

Il centrodestra strappa al centrosinistra Alghero al primo turno: il sindaco uscente Mario Bruno (32%) è stato sconfitto nettamente dal sardista Mario Conoci (53%), al quale ha già riconosciuto la vittoria, nonostante lo spoglio non sia stato ancora completato. Roberto Ferrara, consigliere comunale uscente del M5S, è poco sotto il 15%. A Illorai, 849 abitanti, piccolo centro del Goceano, eletto il primo sindaco leghista in Sardegna, Tittino Cau

Ma in Sardegna, dove ieri si è votato in tutto in 28 Comuni, a vincere è stato il solito partito, quello dell’astensione, ancora in crescita: si è presentato alle urne appena il 55,33%, contro il 63,18% delle precedenti comunali. A Cagliari mezza città non è andata a votare: l’affluenza si è fermata al 51,71%, contro il 60,20% di tre anni fa, un calo di oltre 8 punti giustificabile in parte con l’assenza del M5s, che nel 2016 aveva raccolto oltre il 9% dei consensi.

Sono nove i sindaci eletti in altrettanti Comuni chiamati al voto nella provincia del Sud Sardegna.

A Villasimius si conferma l’uscente Gianluca Dessì, che con oltre il 65,3% straccia l’avversario, l’ex sindaco ‘storico’ Tore Sanna, fermo al 34,7%. Dessì su Fb celebra la vittoria con un fotomontaggio in cui si mostra mentre apre la bocca a un leone.

Calasetta avrà un sindaco donna, Claudia Mura, eletta col 54,3%: ha battuto il vicesindaco uscente Remigio Scopelliti, già primo cittadino fra il 2004 e il 2009. Una donna guiderà anche Guasila: Paola Casula, col 54,8%, ha sconfitto Davide Schirru (45,1%)

Esterzili, dove ieri è stato raggiunto il quorum, ha eletto Renato Melis, unico candidato sindaco, che ha raccolto l’eredità di Giovanna Melis, morta durante il suo mandato.

Genoni ha un nuovo sindaco: Gianluca Serra, già vicesindaco e candidato unico, ha superato il quorum.

A Samatzai Enrico Cocco, ingegnere sostenuto dal Pd, ha battuto col 50,8% Pierluigi Podda, già sindaco del paese per due legislature.

San Gavino Monreale incorona primo cittadino, con quasi il 72% dei voti Carlo Tomasi, che ha nettamente battuto l’avversaria Daniela Inconis.

A Sant’Anna Arresi l’ex sindaco Maria Teresa Diana torna ad amministrare il paese: le ha dato fiducia il 68,2%, dopo un anno di commissariamento. L’avversario, Tonino Granella, ex amministratore si è fermato al 31,7%.

 A Serrenti Pantaleo Talloru col 54,8% si è imposto su Candido Tiddia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.




Link ufficiale: http://formiche.net/feed/

Autore dell'articolo: admin