Cinema sperimentale di un marionettista: Jim Henson



Alla fine di giugno del 1986 veniva distribuito in sala un film di Jim Henson, Labyrinth, frammento ineludibile dell’universo mitopoietico condiviso dalla generazione dei nati nei Settanta. La pellicola, imbevuta di atmosfere gotiche e di stravaganze vittoriane, si incentrava sulla parabola morale imbastita attorno al tema di una magica sparizione, succeduta dall’inevitabile coming of age della sua deliziosa protagonista. Il volto della ragazza era affidato ai lineamenti dell’americanissima Jennifer Connelly, appena quindicenne, sopravvissuta agli incubi entomologici di Dario Argento e … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin