Che cosa ha funzionato di più su YouTube nel 2018


youtube video piu visti 2018

Maria Laura Antonelli / AGF 


 Pierfrancesco Favino a Sanremo durante il monologo di Koltes 




Dicembre è sempre tempo di tirare le somme, cosa è successo nel 2018? Ripercorrere un anno può diventare un’operazione piuttosto ardua perché il mondo va veloce e in dodici mesi ne succedono di cose.

Ad aiutarci in questa impresa, come ogni anno, vengono in nostro soccorso i YouTube Rewind, perché cosa può esserci di più immediato, per rinfrescarci la memoria, di vedere quali sono stati i video, musicali e non, più visualizzati sulla piattaforma di intrattenimento più cliccata del web?

Per quanto riguarda la musica a farla da padrone sono chiaramente i maggiori tormentoni, quindi non stupisce ritrovare al primo posto Amore e Capoeira, che ha toccato i 124milioni di visualizzatori, un successo spaventoso per il duo di producer Takagi & Ketra insieme alla resuscitata Giusy Ferreri.

Secondo posto per la rapper/pop Baby K, anche lei può vantare numeri altissimi, 112milioni di persone hanno deciso di vederla danzare sulle note della sua Da zero a cento, sospinta dallo spot ipertrasmesso in tv della Vodafone. E poi ancora, scorrendo la classifica verso il basso troviamo tutte i maggiori successi dell’annata, come Ghali, quota trap della top ten, Irama, ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, il recidivo Alvaro Soler che ogni anno ci regala la sua hit spagnoleggiante, stavolta si chiamava La Cintura; e poi ancora J-Ax e Fedez, la coppia scoppiata che ha riempito il Forum dopo l’uscita della loro hit Italiana, per poi mollarsi per motivi non spiegati né commentati.

Più di 50 milioni di visualizzazioni invece per Fred De Palma insieme ad Ana Mena e la loro D’estate non vale, altro tormentone che abbiamo riposto nell’armadio della casa al mare. Ottavo posto per i ragazzi de Lo Stato Sociale che hanno conquistato l’Italia dal palco del Festival di Sanremo con la loro Una vita in vacanza. Chiudono la classifica dei video musicali più visti Carl Brave, una delle rivelazioni della scena rap, con la sua Fotografia, feat Francesca Michielin e Fabri Fibra, e il bel video di Questa nostra stupida canzone d’amore dei Thegiornalisti, protagonista: Alessandro Borghi.

Ancora più interessante forse la carrellata di video non (ufficialmente) musicali più cliccati su YouTube, che vede al primo posto l’audizione a X Factor della giovane Martina Attili che fa ascoltare al pubblico italiano per la prima volta la sua Cherofobia, con la quale è ancora in gara nel popolare talent canoro; raccoglie ben 17 milioni di visualizzazioni. Segue la geniale parodia di un qualsiasi pezzo trap del duo comico iPantellas, la loro Tisana è imperdibile.

Terzo posto e 4 milioni di click per il bel progetto benefico in favore dei malati di Sla, ai microfoni i più importanti comici sardi. Quarto posto per Alessandro Borghese, o meglio la versione animata di Alessandro Borghese dai geniali ragazzi Cartoni Morti; in tanti hanno provato a sfruttare per i loro video le simpatiche caratteristiche del conduttore del cooking show “4 ristoranti”, ma questo è certamente il più divertente. Quinto posto per gli Autogol, il gruppo di ragazzi che porta nella vita reale le squadre di Serie A impersonandole in chiave molto simpatica, in classifica piazzano il loro Inno dei non mondiali – Formentera 2018.

Sesto posto per la parodia del trapper “maledetto” Young Signorino, trasformato dagli Scottecs in un più morbido Young Cagnolino. Anche in questa classifica ci mette lo zampino Sanremo che piazza al settimo posto in classifica Pierfrancesco Favino, emozionante nel suo monologo “La notte…” tratto dal dramma di Bernard-Marie Koltés.

Più di 2 milioni di visualizzazioni invece per lo Youtuber IlvostrocaroDexter che incontra Cristiano Ronaldo e lo sfida ad un crossbar challenge. Anche Fanpage piazza un video in classifica, trattasi di uno dei loro popolari esperimenti sociali, ad essere particolarmente apprezzata la candid fatta nei supermercati per analizzare la reazione dei cassieri quando il giornalista, finto indigente, non ha abbastanza soldi per comprare pane e latte.  E a chiudere la classifica la bizzarra intervista a cinque realizzata al gruppo di Youtuber Mates, tra i più seguiti sul web. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin