Censurata e costretta in esilio: il caso di Reem, giornalista saudita



Censurata, arrestata, torturata e costretta all’esilio: è la storia di una giornalista saudita, Reem Sulaiman, finita nel radar del braccio destro del delfino Mohammed bin Salman. Quel Saud al-Qahtani considerato uno degli autori dell’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi nel consolato dei Saud a Istanbul e licenziato una ventina di giorni dopo (ma, scrive il Washington Post, ancora consigliere dietro le quinte del principe). Un capro espiatorio da dare impasto al mondo inorridito che però non inganna chi vive nel regno: … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin