«C’è un Eroe in ognuno di noi»: Transformers in campo per la donazione di midollo


Sappiamo essere un popolo molto generoso, ma anche assai distratto. Lo scorso ottobre 2018 centinaia di italiani si erano messi in coda per ore per fare il test del sangue e verificare la compatibilit per donare il midollo osseo ad Alessandro, un bambino di un anno e mezzo nato con una malattia rarissima, la linfoistiocitosi emofagocitica, che aveva bisogno urgente di un trapianto di midollo osseo. Finita la gara di solidariet resta per il fatto che l’Italia, rispetto ad altre nazioni europee, piuttosto indietro nel numero di donatori. Per la missione di soccorso scendono cos in campo persino i Transformers, i leggendari robot-veicolo, da sempre pronti a soccorrere gli umani in difficolt. L’obiettivo toccare il cuore dei pi giovani e spiegare loro l’importanza di un gesto degno di prodi e valorosi paladini: proprio Optimus Prime, Bumblebee e colleghi, infatti, i donatori di midollo osseo sono degli eroi nascosti a tutti gli effetti che, grazie al loro preziosissimo contributo, hanno la possibilit di salvare la vita di una persona malata, spesso un bambino.

Midollo osseo, come si fa a diventare donatori? Che cosa fare in pratica


I requisiti per iscriversi al registro dei donatori


Solo una persona su 100 mila compatibile con chi aspetta il trapianto

C’ un numero che illustra chiara la necessit: solo una persona su centomila compatibile con chi aspetta il trapianto di midollo osseo, che spesso l’unica speranza di ricominciare a vivere per chi soffre di leucemia o di altre gravi malattie del sangue.Per questo servono tanti donatori – spiega a Rita Malavolta, presidente dell’Associazione donatori midollo osseo (Admo) –: pi vasto il registro, ovvero quanto pi numerose sono le persone disponibili a offrire aiuto, tanto maggiori sono le probabilit che chi ha bisogno trovi un “offerente” compatibile. A complicare un po’ le cose c’ anche il fatto che i donatori devono essere giovani.Pu iscriversi al registro chi ha tra i 18 e i 35 anni, pesa pi di 50 chilogrammi e gode di buona salute – continua Malavolta -. Il primo passo farsi tipizzare con un semplice prelievo del sangue o di saliva. Il “campione” sar cos inserito in una banca dati mondiale e, se compatibile, la persona verr contattata per la donazione solo nel momento in cui un malato avr bisogno del trapianto. Donare il midollo osseo non comporta nessun rischio per il donatore, ma una grande opportunit per chi lo riceve. L’unico modo, spesso, per salvare la vita a bambini e adulti malati di tumore o di altre gravi patologie. 

La campagna con i Trasformers per sensibilizzare i pi giovani

Ecco perch sono scesi in campo i Transformers, che si fanno portavoce di una forte campagna di sensibilizzazione rivolta ai pi giovani e a tutti coloro che li amano in modo incondizionato da oltre 30 anni. C’ un Eroe in ognuno di noi lo slogan dell’iniziativa, per cui Hasbro, leader nell’intrattenimento per bambini e famiglie gestore anche della licenza dei famosi autobots, decide di supportare e sostenere la mission di Admo, con la realizzazione di uno spot e di un sito dedicato ai pi giovani: www.eroitranoi.it sul quale, con pochi click, possibile apprendere le varie modalit per diventare un donatore di midollo osseo.Cos come i celebri robot-veicolo celano la propria straordinaria identit sotto forma di comuni mezzi di trasporto per confondersi tra gli umani, anche i donatori che sostengono Admo condividono la stessa condizione di anonimato, trasformandosi, in caso di necessit, in eroi che salvano la vita di chi ne ha pi bisogno – dice Mikael Berthou, General Manager Hasbro France & Italy -. Sostenere una causa cos alta per noi un vero onore e una grandissima responsabilit.

22 marzo 2019 (modifica il 22 marzo 2019 | 12:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




Pagina ufficiale: http://xml2.corriereobjects.it/rss/salute.xml

Autore dell'articolo: admin