C’è stato un nuovo scontro tra ultrà


scontri ultra Bologna Torino

 Instagram / Cast


 Gli ultrà del gruppo Cast del Torino



Nuovo episodio di tifo violento, appena tre giorni dopo gli scontri per Inter-Napoli: ultrà di Bologna e Torino, in viaggio per seguire le proprie squadre nell’ultima giornata del 2018, si sono affrontati con cinghie e bottiglie rotte all’autogrill Chianti Sud, vicino al casello Firenze Sud. Nei tafferugli è stato lanciato un sasso contro un pullman di supporter granata che ha mandato in frantumi il lunotto posteriore.

Il pullman degli ultrà felsinei, diretto a Napoli per la partita delle 18, è stato poi fermato dalla Polstrada nell’Aretino. Sugli incidenti indaga la Digos di Firenze e i tifosi coinvolti rischiano una denuncia per rissa e possesso di oggetti atti a offendere.

Sull’episodio è intervenuto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “Cominciamo col tenere in galera questi deficienti, che non dovranno mai più mettere piede in uno stadio finché campano. Un vero tifoso non lancia sassi né usa coltelli, tolleranza zero!”, ha commentato.

Dalle prime ricostruzioni, l’attacco è scattato quando due pullman di supporter granata diretti a Roma per Lazio-Torino si sono fermati alla stazione di servizio. All’arrivo di un altro pullman, su cui viaggiavano una trentina di supporter del Bologna, una cinquantina di ultrà granata gli sono andati incontri insultandoli. Ne è nata una rissa con calci e pugni ripresa dalle telecamere di sorveglianza dell’autogrill.

Al termine un sasso, lanciato dai bolognesi, ha rotto il vetro posteriore di un pullman di tifosi granata del gruppo Cast, totalmente estranei agli scontri. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link Ufficiale: https://www.agi.it/cronaca/rss

Autore dell'articolo: admin