Castrazione chimica, Salvini non trova una maggioranza



Un anticipo di campagna elettorale per le europee è andato in scena ieri alla Camera, durante l’approvazione del Codice rosso. L’occasione l’ha offerta il voto sull’ordine del giorno relativo alla castrazione chimica, presentato da Fratelli d’Italia: i soci di governo, 5S e Lega, hanno preso strade separate e il centrodestra si è spaccato. I gialloverdi si tallonano intestandosi a turno i provvedimenti dell’esecutivo e le iniziative parlamentari: se i pentastellati hanno puntato sul reato di «revenge porn», il Carroccio ha … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin