Cantieri, Salvini contro Toninelli: “Mit lento”. La risposta: “Lavoriamo intensamente”


Il battibecco a distanza tra Salvini e Toninelli

Nel Governo del Cambiamento c’è chi sgobba e chi piagnucola. Questo è il messaggio che Matteo Salvini cerca di veicolare appena gli si presenta un’occasione qualsiasi; dove ci sono i 5 Stelle o i tecnici come Tria si batte la fiacca. Alla vigilia della sua visita al Vinitaly – a proposito di duro lavoro – ha sganciato una bomba sul Mit, addossando al Ministero diretto da Toninelli le responsabilità per dei presunti ritardi nello sblocco dei cantieri: “Non vorrei che stessimo ragionando da troppi mesi di troppi cantieri, Luigi Di Maio sta facendo un lavoro incredibile. Ci sono tanti cantieri che aspettano di essere inaugurati. Ogni ministro fa il suo. Più lavoriamo e meglio è. Domenica vado a Verona al Vinitaly e vorrei che la Brescia-Verona-Vicenza aprisse i cantieri domani, però, al ministro delle infrastrutture ci stanno ragionando. Ogni ministro fa il suo e io faccio il mio

A stretto giro è arrivata la replica ufficiosa del Mit: “Rispetto a quanto dichiarato dal vicepremier Salvini sulla necessità che il Governo acceleri su porti, treni e aeroporti e cantieri in genere, si fa notare che soltanto grazie all’intenso lavoro di questo ministero e del Governo si stanno sbloccando in queste settimane cantieri importantissimi, dalla Sicilia al Piemonte, che erano fermi da anni“.

Nello specifico è arrivata anche una risposta sull’alta velocità Brescia-Verona tirata in ballo da Salvini: “Il ministro Toninelli aveva già annunciato, oltre tre settimane fa, che comunque l’opera sarà completata in modo da renderla efficiente e sostenibile“.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin