Canti perduti dall’isola di San Severo



Nell’ottantesimo anniversario delle infami leggi razziali fasciste, che ci sia qualcuno che ricorda e che ne fa arte è piccola ed enorme cosa assieme. Michele Gazich, voce di sale e di polvere, violino affollettato nell’ottobre del 2017 ha vissuto sull’isola di San Severo di fronte a Venezia: dove dal’700 al 1978 fu il manicomio, e dove, dopo le leggi razziali, furono deportati gli ebrei. Ha studiato i documenti rimasti, ha letto le ripugnanti cartelle cliniche di gente con la sola … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin