Cannabis light, per la Cassazione lo 0,2 è legale



Una interessante decisione della Terza Sezione Penale della Cassazione (12/2018) sembra portare un po’ di chiarezza sulla «cannabis light». Per la Suprema Corte la vendita di prodotti derivati dalla cannabis industriale, ovvero quella «light» regolata dalla legge 242/2016, è possibile laddove il limite dello 0,2% del principio attivo psicotropo (Thc) sia rispettato. La Corte dice anche che per la contestazione dello spaccio non è sufficiente superare tale limite, ma è necessario che si superi «l’effetto drogante rilevabile», fissato in giurisprudenza … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin