Calenda e la "panza": autogol o autoironia?


Carlo Calenda panza

Carlo Calenda ieri si è guadagnato le luci della ribalta non tanto per il suo botta e risposta con Matteo Salvini, che gli ha dato del rosicone, quanto per una foto che ha pubblicato per prendere in giro i sovranisti. L’ex ministro dello Sviluppo Economico, infatti, ha messo online sui social network una foto di se stesso in boxer appena uscito da un laghetto ghiacciato, con tanto di cigno bianco dietro, per riportare un po’ di “equilibrio” nella foto…

A essere notata, infatti, è stata soprattutto la pancia di Calenda, che ha attirato molti commenti degli utenti. Che fosse un tweet autoironico si è capito subito dalla didascalia: “Chi l’ha detto che solo i sovranisti (quelli originali, i nostri al massimo mangiano nutella) fanno il bagno nell’acqua ghiacciata?! #orgoglioprogressista”. Il riferimento è ovviamente a Vladimir Putin, che fece il bagno nel lago ghiacciato di Seliger per l’Epifania ortodossa, sfoggiando il suo fisico al quale l’ex ministro, invece, contrappone la sua “panza”.

La foto ha scatenato reazioni contrastanti: da chi lo ha accusato di essere sceso allo stesso livello di Salvini a chi, invece, ne ha apprezzato l’autoironia. Tra coloro che pensano che voglia seguire la strada del ministro dell’Interno, c’è proprio il responsabile della comunicazione (e della propaganda) di Salvini, ossia Luca Morisi, che ha commentato “Giovani salvinisti crescono!” (e quindi ammettendo apertamente anche la bassezza del livello della comunicazione del titolare del Viminale?), a cui Calenda ha risposto: “Ti/gli piacerebbe. Oltre a travestimenti e nutella il ragazzo non va. Il confronto è tra democratici e autocrati seri. Non con le controfigure alla amatriciana. Ci devi lavorare ancora Luca”.

Calenda ha risposto a numerosi tweet: a chi gli ha detto “Questa era meglio che la risparmiavi.. alle 9 di mattina non se po’ vede” ha replicato “L’ironia, l’ironia. E l’autoironia”, a chi gli ha raccomandato di attenersi alla comunicazione istituzionale ha dato del “disfattista” e a chi gli ha fatto notare che “sul piano della comunicazione trash loro sono molto più preparati” lui ha risposto, ancora ironicamente, “O ma quale trash. Laghetto di montagna, cigno e fisico scultoreo. Il Made in Italy al suo meglio”.

A chi gli ha chiesto di non salvinizzarsi, Calenda ha risposto “Ma come. Io rischio la broncopolmonite per sfidare il capo mondiale dei sovranisti (altro che Salvini) e non apprezzi! Ingrato”, mentre a un utente ha riconosciuto di aver svelato “il piano”, il follower in questo caso aveva scritto: “Genio! Ora Salvini proverà a fare la stessa cosa ma essendo a stomaco pieno ce lascerà le penne”.

Alla fine Calenda, anche se (diciamocelo!) l’ironia non andrebbe spiegata, ha dato anche una risposta seria, scrivendo: “I sovranisti al governo si combattono con i contenuti, i sovranisti quando fanno show si combattono con l’ironia. Al machismo si risponde con lo sberleffo”, poi oggi ha chiuso la parentesi pubblicando un ultimo post sulla sua “panza” e dicendo di voler tornare sui contenuti.

PROSEGUI LA LETTURA

Calenda e la “panza”: autogol o autoironia? é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:05 di Wednesday 27 February 2019




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin