Brexit, al via la campagna per il successore di Theresa May


La premier britannica Theresa May ha annunciato ieri le proprie dimissioni, che diventeranno effettive a partire dal prossimo 7 giugno, e la ricerca del suo successore è già partita, senza esclusione di colpi incentrati proprio sulla Brexit che May non è riuscita a portare a termine.

Il processo di selezione del nuovo leader del Partito Conservatore dovrebbe iniziare la settimana successiva al 7 giugno, con Theresa May che resterà di fatto in carica fino alla nomina del nuovo leader, ma già da oggi stanno arrivando le prime autocandidature.

In cinque si sono già fatti avanti per manifestare l’intenzione di raccogliere il testimone di Theresa May e guidare così il Regno Unito fuori dall’Unione Europea: l’attuale Ministro degli Esteri Jeremy Hunt, il Segretario di Stato per lo sviluppo internazionale Rory Stewart, il segretario di stato per la Salute Matt Hancock, l’ex Ministro degli Esteri Boris Johnson e l’ex Segretario di Stato per il lavoro e le pensioni Esther McVey.

Tra i più agguerriti c’è sicuramente Boris Johnson, forte sostenitore della Brexit senza alcun tipo di accordo, che si era dimesso da Ministro degli Esteri nel luglio 2018 perché non d’accordo con la svolta più soft presa da Theresa May sulla Brexit. Ora che la premier è stata costretta a farsi da parte, Johnson vorrebbe prendere la guida della Brexit e ha già lanciato la propria campagna, annunciato che il Regno Unito lascerà l’UE entro il 31 ottobre 2019, con o senza accordo: “Il modo per avere un buon accordo è essere pronti ad uscire senza accordo“.

I bookmakers britannici, pronti a scommettere su qualsiasi tema, danno già Boris Johnson come favorito, anche se alcuni colleghi di partito hanno già fatto sapere di non voler sottostare alla leadership di Johnson, a cominciare da Rory Stewart che si è detto preoccupato dalla linea sostenuta da Johnson sulla Brexit.

Tutto, insomma, è ancora in alto mare e nei prossimi giorni si prevede che almeno una dozzina di membri del Partito Conservatore si faranno avanti per il posto di leader. La decisione, in ogni caso, non dovrebbe essere presa prima della fine di luglio.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin