Bracconaggio | Rinoceronti | Cane


La cagnolina Lizzy è una vera eroina: ha aiutato a sequestrare del materiale che derivava dal bracconaggio.

bracconaggio

Il bracconaggio è una piaga che sta mettendo a rischio l’esistenza di molti animali nel mondo. Fra questi vi sono anche i rinoceronti, vittime dell’insensata crudeltà da parte dell’uomo, che pur di guadagnare del denaro è disposto a uccidere e a causare indicibili sofferenze ad animali indifesi. Proprio nei giorni scorsi, una cagnolina coraggiosa di nome Lizzy ha aiutato a bloccare il commercio illegale di corno di rinoceronte.

I fatti sono avvenuti a Johannesburg, in Sudafrica, dove l’unità cinofila di cui Lizzy fa parte ha collaborato ed è riuscita a bloccare un carico di materiale illegale.

Nella bolla d’accompagnamento del materiale che stava per essere spedito, vi era la dicitura “oggetti decorativi”, ma sotto alcuni oggetti in legno, i membri della South African Police Service’s Crime Intelligence hanno trovato più di 30 pezzi di corno di rinoceronte.

Gli agenti fanno sapere che si trattava di circa 23 chili di materiale, per una somma che si aggira intorno a 1,14 milioni di euro.

Purtroppo nel Sudafrica quello del bracconaggio è un problema molto presente e grave. I bracconieri non si fanno scrupoli, ed uccidono animali innocenti, come i rinoceronti, per scopi assurdi, come quello di strapparne il corno e inviare il materiale in Asia, dove generalmente viene impiegato per cure per tumori o per l’impotenza, che non hanno alcuna prova scientifica.

via | Tio.ch

Foto da iStock




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin