Bob Marley il poeta del ghetto tra sballo e meditazione



Forse è solo una diceria, uno stupido chiacchiericcio da corridoio quello secondo cui Bob Marley non è stato neanche la prima scelta di Chris Blackwell per fare da cavia nel suo ardito esperimento: far diventare il reggae un genere internazionale e di trasformare un artista giamaicano in una star mondiale. Verso la fine degli anni ’60, il reggae, in Gran Bretagna, era considerato dagli appassionati uno stile pop come un altro, magari solo un tantino più accattivante. Le ritmiche esportate … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin