Basta un post di Taylor Swift per spostare migliaia di voti in America 


taylor swift instagram elezioni

Emma McIntyre / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP
 


 Taylor Swift




Il campo di battaglia della politica è cambiato, questo ormai si sa. Una volta si dibatteva in una piazza reale, ora in quelle virtuali. Sui social, ovviamente, dove ci si può giocare il destino di un’elezione e dove tutto è estremamente più immediato e ficcante, dove una virgola in più in un tweet può mandare tutto in frantumi.

Un luogo, anzi un non luogo, la rete, dove paradossalmente anche l’attività dei singoli utenti può rivelarsi decisiva, dove tutti a nostro modo possiamo diventare influencer; certamente, si, ma non come Taylor Swift che si è rivelata oggettivamente influente in quelle che saranno le prossime elezioni per il Senato in Tennesee.

È bastato un semplice post su Instagram della popstar, un post da 360 mila mi piace solo nella prima ora e quasi 2 milioni in due giorni, per far vibrare tutta la politica americana. La cantante ha dato la sua benedizione ai candidati democratici Phil Bredesen per il Senato e Jim Cooper per la Camera, dicendo che le sarebbe piaciuto poter sostenere una donna – in questo caso la repubblicana e orgogliosamente conservatrice Marsha Blackburn – ma le è impossibile perché la Blackburn “ha votato contro la parità di retribuzione per le donne. Ha votato contro la riautorizzazione della Violence Against Women Act, che tenta di proteggere le donne dalla violenza domestica, dallo stalking e dallo stupro. Crede che le aziende abbiano il diritto di rifiutare il servizio alle coppie gay. Crede anche che non dovrebbero avere il diritto di sposarsi. Questi non sono i valori del MIO Tennessee”.

 

 

I’m writing this post about the upcoming midterm elections on November 6th, in which I’ll be voting in the state of Tennessee. In the past I’ve been reluctant to publicly voice my political opinions, but due to several events in my life and in the world in the past two years, I feel very differently about that now. I always have and always will cast my vote based on which candidate will protect and fight for the human rights I believe we all deserve in this country. I believe in the fight for LGBTQ rights, and that any form of discrimination based on sexual orientation or gender is WRONG. I believe that the systemic racism we still see in this country towards people of color is terrifying, sickening and prevalent. I cannot vote for someone who will not be willing to fight for dignity for ALL Americans, no matter their skin color, gender or who they love. Running for Senate in the state of Tennessee is a woman named Marsha Blackburn. As much as I have in the past and would like to continue voting for women in office, I cannot support Marsha Blackburn. Her voting record in Congress appalls and terrifies me. She voted against equal pay for women. She voted against the Reauthorization of the Violence Against Women Act, which attempts to protect women from domestic violence, stalking, and date rape. She believes businesses have a right to refuse service to gay couples. She also believes they should not have the right to marry. These are not MY Tennessee values. I will be voting for Phil Bredesen for Senate and Jim Cooper for House of Representatives. Please, please educate yourself on the candidates running in your state and vote based on who most closely represents your values. For a lot of us, we may never find a candidate or party with whom we agree 100% on every issue, but we have to vote anyway. So many intelligent, thoughtful, self-possessed people have turned 18 in the past two years and now have the right and privilege to make their vote count. But first you need to register, which is quick and easy to do. October 9th is the LAST DAY to register to vote in the state of TN. Go to vote.org and you can find all the info. Happy Voting!

Un post condiviso da Taylor Swift (@taylorswift) in data:

 

Così decide consapevolmente di schierarsi a favore dei diritti umani “Ho sempre votato e sempre voterò in base a quale candidato proteggerà e lotterà per i diritti umani, qualcosa che credo meritiamo tutti in questo paese. Credo nella lotta per i diritti LGBTQ e che qualsiasi forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale o sul genere sia SBAGLIATA. Credo che il razzismo sistemico che vediamo ancora in questo Paese nei confronti delle persone di colore sia terrificante, disgustoso e prevalente. Non posso votare per qualcuno che non sarà disposto a lottare per la dignità di TUTTI gli americani, a prescindere dal colore della pelle, dal sesso o da chi ama”.

Una dichiarazione forte e decisa, la prima in ambito politico che si ricordi da parte dell’artista, ma anche un invito ben preciso a recarsi a votare: “Per favore, per favore, informati sui candidati che corrono nel tuo stato e vota in base a chi rappresenta più da vicino i tuoi valori. – continua la Swift nel suo lungo post – Molti di noi potrebbero non trovare mai un candidato o una parte con cui siamo d’accordo al 100% su ogni argomento, ma dobbiamo comunque votare”.

Un invito pienamente accolto a quanto pare, infatti, secondo quanto detto a Buzzfeed da Kamari Guthrie, direttore delle comunicazioni per vote.org, la piattaforma dove i cittadini americani devono iscriversi per poter votare,  sono state “contato 65.000 registrazioni nelle 24 ore dopo il post di Taylor Swift. Delle 5.183 registrazioni di votanti in Tennessee questo mese, almeno 2.144 si sono verificate dopo che la Swift ha pubblicato la sua dichiarazione su Instagram domenica”.

Ma le dichiarazioni dell’artista non sono piaciute ovviamente al Presidente Trump che parlando con i giornalisti commenta “Marsha Blackburn sta facendo un ottimo lavoro in Tennessee. Sono sicuro che Taylor Swift non sa nulla di lei. Diciamo che la musica di Taylor mi piace circa il 25% in meno ora, OK?”. Siamo sicuri che la Swift con i suoi 112 milioni di followers se ne farà una ragione. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin