Barbra Streisand, dobbiamo costruire ponti e non muri



Erano tredici anni – da Guilty pleasures, la seconda collaborazione con Barry Gibb – che Barbra Streisand non incideva brani inediti preferendo incursioni tra Broadway e dintorni. Walls (Columbia/SonyMusic) – da ieri nei negozi, inverte la tendenza con ben sette composizioni scritte ex novo e quattro riletture di evergreen. La sorpresa è che l’album della diva newyorkese è una raccolta dai toni decisamente politici sin dal titolo, «muri», un atto di accusa verso l’amministrazione Trump. A partire proprio da Don’t … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin