Ballando on the road spostato all’ultimo nel palinsesto di Rai1


Decisione dell’ultimo minuto della Rai che penalizza lo spin off di Ballando con le stelle

Ballando on the road cambia inaspettatamente orario, come mai ?

C’era un volta un antico adagio: l’ha detto la televisione. Significava che quello che veniva detto dalla scatola magica era vero e incontrovertibile.

E invece martedì 23 aprile la televisione ha clamorosamente sconfessato se stessa. Il debutto di Ballando on the road alle 17,55, annunciato da tutti i giornali e blog e ripetutamente detto da Milly Carlucci durante la puntata di sabato scorso di Ballando con le stelle, è stato inaspettatamente e intempestivamente anticipato alle ore 16.50. Senza nessun preavviso e senza nessuna spiegazione.

Legittimo da parte della Rai tutelare un programma come La Vita in diretta, in sofferenza dall’inizio della stagione, ma sconfessare all’ultimo momento una decisione già presa e costringere Milly Carlucci a barcamenarsi sui social per spiegare al pubblico l’inspiegabile, non è accettabile per un’azienda così importante.

Sicuramente chi ha cuore la Vita in diretta avrà usato tutto il suo potere per far cambiare l’orario. Buon risultato per il programma. Pessimo per la Rai tutta. Ma non ci si poteva pensare prima? E poi tra il sacrificare un programma come La vita in diretta e minare la credibilità di una conduttrice che con il suo Ballando ha riportato Rai1 ad alti livelli competendo e spesso prevalendo nella disfida del sabato sera, si è scelta la seconda via.

Insomma una brutta figura che si poteva evitare e un atto di profonda mancanza di rispetto per la Carlucci, che essendo il generale che conosciamo non batterà ciglio e continuerà a lottare insieme ai suoi ballerini contro tutti gli avversari, soprattutto contro quelli che dovrebbero giocare in squadra con lei. Tra l’altro va detto che Ballando on the road ha fatto più ascolto della porzione di Vita in diretta in onda a quell’ora (13,1 contro 12,5).


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin