“Aumento Iva è fake news”


Il vicepremier ospite di Radio 24

luigi di maio aumento iva

Luigi Di Maio smentisce i rumors circolati nelle ultime secondo cui alcune misure previste dalla prossima Legge di Stabilità saranno “pagate” con l’aumento dell’Iva. Ospite di Radio 24, stamane il vicepremier, nonché Ministro del Lavoro, ha dichiarato: “È una fake news, non è assolutamente vero, perché in questo governo non si permetterà ai soldi di uscire dalla porta ed entrare dalla finestra. Non vogliamo fare il gioco delle tre carte”, aggiunge Di Maio.

In queste ore si parla anche della mancata assegnazione delle deleghe alla viceministra all’Economia, Laura Castelli, una questione che il vicepremier liquida così, aldilà delle formalità: “Si vede che hanno avuto molto da fare al ministero dell’Economia per il taglio delle spese inutili. Lei e Massimo Garavaglia – continua Di Maio – stanno lavorando dal primo giorno e sono pienamente operativi al di la delle deleghe”.

Tornando alla Legge di Stabilità, in questi giorni si sono segnalate tensioni nella maggioranza, soprattutto per via della rigidità del ministro Tria su alcuni punti specifici della manovra. Secondo Di Maio, invece, la tenuta del governo non è mai stata in dubbio: “Questo è un governo compatto – insiste il ministro del Lavoro – , che sta mettendo insieme le risorse, che ci sono, per mantenere le promesse fatte agli italiani perché il M5s non ha dimenticato le promesse fatte in campagna elettorale. Siccome i soldi ci sono le cose si possono realizzare: io ho detto che un governo serio trova le risorse, perché sennò è meglio tornare a casa, è inutile tirare a campare. All’interno del Mef si stanno tenendo tavoli tecnici da giorni, con parti politiche e tecniche, l’obiettivo è mettere insieme le risorse per fare quello che abbiamo detto: si può fare molto dai tagli, ma se c’è bisogno di un po’ deficit per migliorare la vita italiani ricordiamoci sempre che è questo il primo punto, fermo restando il valore dell’incremento del deficit e quello che può succedere a livello di spread e di mercati. È per questo che non aumentiamo il deficit per regalare bonus, ma per un piano credibile”.

Uno dei temi più caldi dell’attualità è rappresentato anche dalla pace fiscale, un provvedimento che secondo l’opposizione non sarebbe altro che un “condono mascherato” a favore di furbetti ed evasori. “Chi evade il fisco – replica Di Maio – deve andare in galera, sta nel contratto quindi si deve fare. Siamo tranquillissimi nel gestire la pace fiscale, che non è un condono. La pace fiscale aiuta chi è in difficoltà, il condono aiuta i furbetti. Basta mettere una soglia a misura di persone in difficoltà”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin