Aromi e colori, quando il piatto non è naturale


Nel suo manifesto della cucina futurista, del 1931, Tommaso Marinetti invocava l’eliminazione dell’italica pastasciutta a favore di «cibi cangianti» e invitava i chimici a inventare nuovi sapori. La pastasciutta è sopravvissuta – fortunatamente – ma sui cibi dai colori improbabili e sul profluvio di aromi, Marinetti aveva visto giusto. Sulla sicurezza di coloranti e aromi utilizzati dall’industria alimentare vigila l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che periodicamente, rivedendo gli studi sulle sostanze ammesse, ne depenna qualcuna che così sicura … Continua

L’articolo Aromi e colori, quando il piatto non è naturale proviene da il manifesto.


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin