Anziani | Alimentazione | Matrimonio


Le persone non sposate o vedove, corrono maggiori rischi di soffrire di malnutrizione. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

alimentazione da anziani

Sempre più persone anziane soffrono di malnutrizione, e un nuovo studio rivela che le persone che non sono sposate, quelle separate o divorziate, sono più spesso colpite da questo tipo di problema, mentre uomini e donne sposati o vedovi tendono a prendersi più cura di se stessi. Lo studio rivela inoltre che le persone che hanno difficoltà a camminare o a salire e scendere le scale, o che sono da poco tornate a casa dall’ospedale hanno maggiori probabilità di soffrire di malnutrizione rispetto ai propri coetanei.

Il nuovo studio è stato pubblicato dai membri dell’Università di Erlangen-Nuremberg, i quali spiegano che si parla di malnutrizione quando le persone hanno un apporto dietetico drasticamente ridotto e il corpo non ha abbastanza energia e sostanze nutritive.

Le conseguenze della malnutrizione sono molteplici. Si va dalla perdita di peso a un sistema immunitario indebolito o al deterioramento delle funzioni dei muscoli e di tutti gli organi.

Per il loro studio, gli esperti hanno arruolato un campione di 4.844 partecipanti con un’età media che va dai 72 agli 85 anni, ed hanno scoperto che aspetti come la difficoltà a masticare e deglutire o disturbi cognitivi, solitudine e depressione, entrare in una casa di cura, sono fattori decisivi che possono aumentare il rischio di soffrire di malnutrizione.

La malnutrizione negli anziani sembra essere causata da una gamma sorprendentemente ristretta di fattori. Solo l’età, lo stato civile, le difficoltà nel camminare e affrontare le scale e i soggiorni in ospedale hanno avuto un ruolo significativo. Abbiamo bisogno di una definizione comune di malnutrizione e di un disegno uniforme per i nostri studi. Solo così

concludono gli autori della ricerca

potremo ottenere risultati comparabili e formulare raccomandazioni per delle misure preventive.

via | ScienceDaily

Foto da iStock




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin