Ancora quattro morti nella guerra del lavoro


In giorno, due operai e due piccoli imprenditori che non sono tornati a casa dai loro cari. «Questa sorta di bollettino di guerra quotidiano è inaccettabile», fotografa Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil. Eppure si va avanti così, alla media spaventosa di tre morti al giorno, festivi compresi, senza contare gli infortuni non mortali ma spesso invalidanti. La prima vittima al mattino nel porto di Livorno, alla Calata Carrara, dove è attraccato il traghetto Moby Kiss per lavori di manutenzione. … Continua

L’articolo Ancora quattro morti nella guerra del lavoro proviene da il manifesto.


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin