anche a Parigi il car sharing car2go


La società di car sharing di Daimler-Mercedes lancia il servizio di condivisione delle auto elettriche anche nella capitale francese.


auto elettriche car sharing car2go parigi

L’operatore internazionale di car sharing di casa Daimler-Mercedes car2go annuncia l’inizio del servizio di condivisione delle auto elettriche in una quarta città: Parigi. Nella capitale francese car2go arriva con una flotta di 400 smart EQ fortwo a batteria, che portano a 2.100 il numero complessivo di EV messi in strada da car2go in Europa.

Le altre città dove è possibile noleggiare una elettrica condivisa car2go sono Madrid, Amsterdam e Stoccarda, ma car2go è presente in totale in 26 città nel mondo (15 in Europa) anche con auto con motore a combustione. In totale gli utenti serviti da car2go sono 3,6 milioni, 430 mila dei quali guidano le auto elettriche.

Guardando a Parigi, Olivier Reppert, CEO di car2go è molto fiducioso: “Sono davvero soddisfatto di poter lanciare il servizio con una flotta di smart fortwo completamente elettrica, così da offrire ai parigini e ai tanti visitatori un modo sostenibile, flessibile e conveniente per muoversi in città. Inoltre, la smart è già una delle auto più utilizzate a Parigi, non solo perché realizzata in Francia, ma anche perché è la vettura perfetta per questa città“.

Le smart elettriche di car2go saranno disponibili in un’area operativa di 77 chilometri (il servizio è a flusso libero): si tratta dell’area di Parigi “intra muros“, cioè l’area circoscritta dall’autostrada Boulevard Périphérique che circonda Parigi. La tariffa varia dai 24 ai 34 centesimi al minuto, a seconda del luogo e del momento in cui i clienti iniziano la corsa.

Per quanto riguarda la ricarica delle auto elettriche, potrà essere fatta dai clienti anche servendosi dell’infrastruttura cittadina pubblica esistente, cioè quella lasciata in eredità dall’ormai defunta Autolib. Si tratta di circa 1.100 stazioni di ricarica.

Desidero ringraziare la Città di Parigi per la calorosa accoglienza nei confronti dei servizi di carsharing ed, in particolare, per quanto riguarda il permesso di parcheggio o la policy della rete di ricarica“, conclude Reppert.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin