Allergie in Italia | Diagnosi


In Italia si stima che un italiano su quattro soffra di allergie, ma la metà di queste persone non ha una cura o una diagnosi adeguata.

allergologo

In Italia 1 persona su 4 soffre di allergia, anche se spesso, almeno nella metà di chi ne soffre, non c’è una diagnosi o una cura adeguata. Anzi, spesso le allergie vengono sottovalutate e banalizzate, come sottolineato dall’Aaiito, l’Associazione Allergologi ed Immunologi Italiani Territoriali ed Ospedalieri che chiede di avviare un tavolo tecnico al Ministero della Salute per prevenire le allergie e gestirle.

Sono 12 milioni gli italiani che soffrono di allergie respiratorie, con sintomi come asma e rinite allergica, per un costo di più di 7 miliardi all’anno. Per quello che riguarda le allergie alimentari, invece, queste colpiscono il 3-4% della popolazione adulta e il 10% dei bambini e dei ragazzi. Le allergie da veleno di imenotteri colpiscono 5 milioni di italiani. Le allergie da farmaci, infine, riguardano il 7% della popolazione.

Antonino Musarra, presidente Aaiito, spiega:

Le allergie non sono rappresentate solo da un semplice raffreddore o un mal di pancia. Quando si parla di allergie si intendono anche forme gravi come l’asma, l’anafilassi da alimenti, farmaci e punture di imenotteri.

L’Aaiito vuole fare un tavolo di confronto con la Società Italiana di Medicina Generale e Federasma e Allergie Onlus per presentare al Ministero della Salute quattro proposte concrete per aiutare chi soffre di allergia:

  • Trovare un modello per le reti cliniche con ambulatori di primo livello e di secondo livello per prestazioni più particolari, seguendo ad esempio il modello già in atto nella regione Lazio;
  • Rendere l’accesso ai centri di allergologia più agevoli per ridurre le differenze tra le regioni;
  • Rendere gratuite le terapie più importanti, riconoscendo le malattie allergiche croniche e le terapia salvavita;
  • Studiare strategie e piani per la diagnosi precoce.

Foto iStock




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin