Afghanistan al voto: corsa tra uomini d’affari, ex-mujahedin e le donne



«Bismillah al Rahman al Rahmin», «nel nome di Allah il misericordioso e compassionevole…». Giacca di velluto nero su un vestito chiaro, orologio dorato al polso, Sultan Mahmoud Daqiq invoca il nome di Allah prima dell’ennesimo discorso elettorale. Di fronte a lui, su ampie poltrone di legno massiccio disposte lungo i lati dell’ampio salone ricoperto di tappeti, siedono una quarantina di uomini di tutte le età. VECCHI CHE ACCAREZZANO la barba bianca e giovani quasi imberbi con aria assonnata, ansiosi di … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin