Adolescenti e sfide, cosa fare


Gli adolescenti sono sempre in cerca di sfide, che a volte possono risultare fatali. Ecco cosa possono fare le famiglie.

adolescente

Adolescenti e sfide, come fare? Le famiglie si trovano sempre più in difficoltà nell’affrontare la crescita dei loro figli, che attraversano un momento molto delicato della loro vita. I ragazzi non hanno paura delle sfide, anzi, le accettano senza pensare alle conseguenze. Magari per non sfigurare di fronte agli amici. Per stupire i propri amici sui social. Per mettersi in mostra e dimostrare di avere coraggio. A volte, però, proprio non considerare quello che potrebbe succedere mette a rischio la loro stessa vita.

Lo dimostrano recenti fatti di cronaca: un 15enne è morto in un centro commerciale in provincia di Milano mentre si stava scattando un selfie dal tetto di un cinema, mentre prima un 14enne a Milano è morto per sperimentare la Blackout Challenge, una sfida davvero assurda che per lui è stata fatale. Marco Bernardi, psicologo psicoterapeuta e responsabile del Centro Studi di Pepita Onlus, spiega:

Sono frequenti le notizie di sfide diffuse online in cui il “gioco” consiste nel farsi del male, nel ferire il proprio corpo e nei modi più disparati. Purtroppo in alcuni casi tutto questo porta alla morte, ma sarebbe sbagliato pensarle come a dei modi per togliersi la vita. Gli studi, soprattutto nel campo psicoanalitico, ci dicono che è certo che chi si ferisce lo fa per un motivo che ha poco o nulla a che fare con l’idea di togliersi la vita. I motivi sono profondi, riguardano il rapporto con il proprio corpo, con gli aspetti inconsci della persona.

Cosa possono fare i genitori

per affrontare questa fase delicata della vita di ogni adolescente? Il team del Centro Studi di Pepita Onlus, da più di 15 anni impegnata nell’educazione e nell’affrontare i disagi tipici di questa età nelle scuole, dà i suoi consigli:

  • Avviare il dialogo quando i ragazzi sono piccoli, usando il gioco come strumento di relazione.
  • Capire quali sono i momenti giusti per dialogare e rispettare gli spazi dei figli teenager.
  • Osservare a distanza eventuali comportamenti strani e sofferenze, come il chiudersi in stanza per troppo tempo, non uscire con gli amici, cambio di umore repentino.
  • Vigilare sui loro profili social, stabilendo anche delle regole.
  • Aprire la casa ai loro amici per stare insieme e dialogare.
  • Cercare l’alleanza con gli insegnanti.

Foto iStock




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin