Addio a Gabriele La Porta, la Rai lo ricorda con una programmazione speciale


Gabriele La Porta è scomparso all’età di 73 anni.

Gabriele La Porta è scomparso il 19 febbraio, ma la notizia è stata data solo oggi, giovedì 21 febbraio 2019: aveva 73 anni. Da tempo lontano dagli schermi, La Porta è stato però il volto e la voce della ‘notte’ della Rai, azienda per la quale ha lavorato ben 42 anni, facendone tutta la gavetta. Entrato in Rai quando aveva 23 anni, ha iniziato come programmista, diventando poi giornalista, editorialista e assumendo nel 1994 l’incarico di direttore di Rai 2 e nel 1996 direttore del palinsesto di Rai Notte. Diventato popolare per i suoi interventi e le sue trasmissioni, consacrato da una parodia di Corrado Guzzanti che lo ha reso ancor più amato al pubblico, La Porta è riuscito a coniugare anima pop e produzione culturale, arricchendo la sua carriera anche di saggi filosofici e testi narrativi.

Tra quanti ne hanno ricordato la figura spiccano il Presidente della Rai Marcello Foa e l’AD Fabrizio Salini, che hanno affidato il loro cordoglio a una nota ufficiale:

“Filosofo, autore, curatore, giornalista e conduttore radiotelevisivo, Gabriele La Porta è stato un uomo e un dirigente di cui dobbiamo custodire il ricordo e l’esempio. Per anni alla direzione di Rai Notte, oltre che direttore di Rai2 e conduttore di tanti programmi ha offerto agli spettatori percorsi sospesi tra intrattenimento, approfondimento culturale, filosofico e indagine della dimensione interiore dell’animo umano. Alla famiglia e agli amici vanno le nostre sincere condoglianze”.

Per omaggiarlo, Rai Cultura propone un suo documentario del 1981, dedicato a Dionisio, della serie “La ricerca sul mito – Il mito di Dioniso” che andrà in onda venerdì 22 febbraio alle 23.10 su Rai Storia. In questo programma, Gabriele La Porta parla del mito di Dioniso, figura della mitologia greca, figlio di Zeus e Semele, di ciò che rappresenta, degli studiosi che ne analizzarono la figura e della diffusione del suo mito nelle varie classi sociali.

 

Un ricordo affettuoso e pieno di stima è quello riservatogli da Giancarlo Magalli via FB.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin