accordo nel governo per elezioni anticipate ad aprile



 I leader della coalizione di governo israeliana hanno trovato un accordo per tenere elezioni anticipate ad aprile. Lo ha annunciato il portavoce del Likud, il partito del premier Benjamin Netanyahu.  La coalizione di governo ha deciso di sciogliere il Parlamento e far tornare il Paese alle urne ad aprile “in nome della responsabilità di bilancio e nazionale”. A innescare la crisi è stato a metà novembre l’allora ministro della Difesa, Avigdor Lieberman, annunciando le dimissioni in aperto contrasto con Netanyahu, come diretta conseguenza della decisione del governo di aderire al cessate il fuoco con Hamas e le fazioni palestinesi della Striscia di Gaza, tregua mediata da Onu ed Egitto. Una “resa al terrorismo”, aveva denunciato Lieberman, sottolineando che cosi’ facendo Israele stava “comprando la calma a breve termine a costo di compromettere la sua sicurezza sul lungo periodo”. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it




Link ufficiale: https://www.agi.it/estero/rss

Autore dell'articolo: admin