A Piazzapulita si parla di legittima difesa e Corinne Clery si presenta con una mega pistola al peperoncino


A Piazzapulita si parla di legittima difesa e Corinne Clery mostra la sua mega-pistola al peperoncino: “Spruzza fino a sette metri, l’ho comprata in Francia, là è legale, l’ho pagata 200 euro”. Formigli: “Ma è un bazooka?”

Ma cos’è, un bazooka?”. Persino Corrado Formigli è rimasto sorpreso nel momento in cui Corinne Clery ha tirato fuori la sua personale pistola al peperoncino. Non proprio un oggetto tascabile, considerate le dimensioni simili a quelle di una bomboletta di schiuma da barba.

A Piazzapulita si parlava di legittima difesa e l’attrice ne ha approfittato per mettere in mostra la sua personale arma. “Non è una vera pistola, ma un’arma al peperoncino molto grossa”, ha spiegato la Clery. “Quando non lavoro vivo in campagna. Essendo isolata un po’ di paura ce l’ho, con tutto quello che sta succedendo ultimamente. E’ vero che ho le telecamere e le grate, ma sono anche molto isolata”.

Un po’ come nel celebre sketch di Verdone, che esibiva il porto d’armi per giustificare l’utilizzo della pistola, l’ex Bond-girl ha spiegato di aver effettuato l’acquisto in Francia.

“Là è legale. Ho spiegato che abito da sola in campagna. Il getto arriva fino a sette metri, l’ho pagata quasi 200 euro. Prima che mi mettano le mani addosso voglio difendermi, senza uccidere. Finora non l’ho mai usata, c’è ancora la sicura, è bloccata. Non sono violenta e non amo la violenza, ma non voglio manco essere massacrata e pestata a sangue per 100 euro”.

E se dentro la borsetta non c’entra, non c’è da allarmarsi: “Ne ho un’altra da borsa, più piccola, arriva a tre metri di distanza”.




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin