“A noi piacciono le piazze, non i balconi”


Il discorso del segretario del Pd durante la manifestazione in Piazza del Popolo.

La parola d’ordine è stata “unità” oggi in Piazza del Popolo, alla manifestazione del PD. Uno dei momenti più attesi è stato certamente il discorso dell’attuale segretario Dem, Maurizio Martina, che ha cercato di dire qualcosa di sinistra. Ovviamente non sono mancate battute e attacchi all’attuale governo M5S-Lega:

“A qualcuno piacciono i balconi, a noi piace la piazza aperta e di tutti. Ma ditemi se un paese come l’Italia può essere governato dal balcone di Palazzo Chigi con la claque dei 5 Stelle sotto. Una scena tristissima da Repubblica delle banane”

Poi, a proposito di “unità”, ha detto:

“Non pronuncerò una parola sull’unità, perché quando sei dirigente ci sono cose che non devi dire agli altri ma devi praticarle. A noi serve una svolta, perché contro questa destra non basta quello che siamo stati finora”

E ha cercato di parlare con i fatti, su questo tema, andando ad abbracciare sia Matteo Renzi, sia Paolo Gentiloni, che si erano abbracciati anche tra loro. Ma certamente la piazza si aspettava anche un po’ di autocritica e Martina l’ha fatta:

“Da questa piazza io voglio dire a tanti elettori del centrosinistra che il 4 marzo non ci hanno votato: abbiamo capito. Adesso, però, ci date una mano perchè l’Italia non può andare a sbattere per colpa di questi che governano in modo folle. Abbiamo capito la lezione, voltiamo pagina, guardiamo avanti. L’antidoto a tutto questo siete voi. Questa è la piazza del risveglio democratico, è la piazza della speranza, del cambiamento, della fiducia, dell’orgoglio, del futuro”

Per quanto riguarda il giudizio sull’operato del governo, il segretario Dem ha detto:

“Di Maio, Salvini non tiene un Paese se viene governato dall’odio, da ministri che passano il loro tempo a insultare. A proposito di assassini politici, vergognatevi. In un paese che ha vissuto il dramma di riformisti uccisi. Andate a rileggervi la storia. Se avete a cuore la sicurezza e la democrazia dimostrate di voler combattere la xenofobia e il razzismo. Altro che andare a cena con qualche organizzazione che andrebbe chiusa. Noi siamo figli della Resistenza e non ce lo dimentichiamo”

Poi ha aggiunto:

“A proposito di giustizia: Salvini, restituisci i 49 milioni sottratti ai cittadini”

e la piazza ha risposto gridando “onestà, onestà”, che da sempre è la parola d’ordine dei 5 Stelle. E sul rapporto tra M5S e Lega Martina ha detto:

“M5s ha assecondato l’inciucio sulla Rai tra Berlusconi e Salvini. Di Maio ha fatto il cameriere ad Arcore. Ha sigillato il nuovo contratto tra Berlusconi e Salvini

Maurizio Martina Piazza del Popolo 30 settembre 2018

Foto e Video © Maurizio Martina Facebook




Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin