“A me piacciono i treni che corrono”


L’esecutivo gialloverde continua ad essere spaccato sul delicato tema della Tav Torino-Lione. I tempi stringono e il Movimento 5 Stelle continua a dirsi contrario al progetto così come configurato al momento, anche se nelle ultime ore almeno una fazione di M5S si è detto pronto ad un compromesso con gli alleati di governo, un compromesso che potrebbe tradursi in una cosiddetta Tav leggera.

L’idea, che arriva dall’ex sindaco di Venaus Nilo Durbiano, vorrebbe un rafforzamento della galleria del Frejus con un collegamento di 15 chilometri tra Oulx e Modane, aumentando così il volume del traffico risparmiando però tempo e denaro. E se la la sottosegretaria all’Economia Laura Castelli e il vicepremier Luigi Di Maio sarebbero favorevoli ad un progetto del genere, una parte del Movimento 5 Stelle continua a dirsi contrario a qualsiasi al progetto in qualsiasi modalità, a cominciare da Alessandro Di Battista.

La Lega, però, continua a spingere per realizzare la Tav Torino-Lione così come da accorsi presi in passato e ora che Matteo Salvini ha ottenuto maggiori consensi dopo le elezioni europee, l’ipotesi di un compromesso sembra definitivamente sfumata. E proprio oggi il vicepremier Salvini lo ha ribadito per l’ennesima volta:

C’è un progetto in itinere, spero che la lezione di ieri delle Olimpiadi sia servita. Un treno passa sotto la montagna o no. Tertium non datur. A me piacciono i treni che corrono.

Un compromesso, insomma, non è possibile anche perchè c’è un ultimatum che pende sull’Italia: entro il 5 luglio prossimo il governo di Giuseppe Conte dovrà fornire i chiarimenti sul progetto all’Unione Europea.


Link Ufficiale: http://www.blogo.it/rss

Autore dell'articolo: admin