A Gerusalemme seggi solo a ovest: il 40% degli abitanti senza diritto di voto



Su Gerusalemme si è giocata una fetta di campagna elettorale. Che Netanyahu abbia tenuto nonostante incriminazioni varie ed eventuali, il Likud lo deve anche alla narrazione intorno alla Città Santa e al regalo del primo sostenitore dell’estremismo del premier, Donald Trump. Meno di un anno e mezzo fa, con una dichiarazione che provocò la sollevazione palestinese, il presidente Usa riconobbe unilateralmente Gerusalemme capitale d’Israele. Sei mesi dopo, il 15 maggio 2018, ha trasferito l’ambasciata da Tel Aviv alla Città Santa. … Continua


PAGINA UFFICIALE: https://ilmanifesto.it/feed/

Autore dell'articolo: admin